Welfare Italia :: Dalle Regioni :: Scuola: ultimo suono della campanella, a sttembre i dolori Invia ad un amico Statistiche FAQ
7 Dicembre 2019 Sab                 WelfareItalia: Punto laico di informazione e di impegno sociale
Cerca in W.I Foto Gallery Links Documenti Forum Iscritti Online
www.welfareeuropa.it www.welfarecremona.it www.welfarelombardia.it www.welfarenetwork.it

Welfare Italia
Home Page
Notizie
Brevi
Il punto
Lettere a Welfare
Cronaca
Politica
Dal Mondo
Dalle Regioni
Dall'Europa
Economia
Giovani
Lavoro
Cultura
Sociale
Ambiente
Welfare
Indian Time
Buone notizie
Radio Londra
Volontariato
Dai Partiti
Dal Parlamento Europeo
Area Iscritti
Username:
Password:
Ricordami!
Recupero password
Registrazione nuovo utente
Brevi

 Foto Gallery
Ultima immagine dal Foto Gallery di Welfare Italia

Ultimi Links







Scuola: ultimo suono della campanella, a sttembre i dolori
12.06.2009

SCUOLA: ULTIMO SUONO DELLA CAMPANELLA A SETTEMBRE INIZIANO I DOLORI Ultimo suono della campanella per la scuola che conosciamo. A settembre alunni e genitori si troveranno con buona probabilità in un mondo tutto nuovo, fatto di 'maestri unici' e di 'maestri mordi e fuggi', due ore qua, tre là per tappare i buchi orari.

Perché, e i genitori iniziano ad accorgersene adesso, per far tornare i conti con la Riforma Gelmini le scuole stanno facendo un puzzle certosino di materie e di orari e, dove i conti non tornano, semplicemente tagliano.

Basta con le solite maestre, basta con i tre pomeriggi di rientro. Puoi trovarti con una sola delle vecchie maestre e sentirti dire che di pomeriggi non è possibile averne più di due .e non c'è niente che tu possa fare.

Le prime elementari sono le più penalizzate: avendo già in partenza una dotazione organica ridotta (27 ore invece di 30) e nell'incertezza per gli anni a venire, i dirigenti costituiscono nuove classi a orario ridotto, indipendentemente da quello che hanno scelto i genitori in sede di iscrizioni. E la colpa non è neppure del Ministero, ma delle scuole che non si saprebbero organizzare.

Si salvano solo le classi a tempo pieno, perché restano due insegnanti e, con le ore di compresenza che sono state tagliate, è possibile mantenere un po' di flessibilità e anche assicurare la sorveglianza a pranzo per i bambini dei moduli, a patto però che si trovino all'interno del medesimo edificio.

Fatto sta che il Ministro Gelmini ha riformato la scuola dell'obbligo senza preoccuparsi dei contratti di lavoro e della normativa preesistente e adesso i nodi giungono al pettine.

Fioccano le prime proteste sui tavoli degli Uffici Scolastici Provinciali, ma tanto si sa, fra poco arriva messer Agosto e a settembre chi vivrà vedrà.

Intanto il Consiglio dei Ministri approva i regolamenti per i nuovi licei e per gli istituti tecnici e professionali. Andranno verificati alla prova dei fatti, ma non sembrano male, con il potenziamento delle materie scientifiche e della lingua straniera e il ritorno del latino ai licei. Almeno, dietro a questa riforma c'è il serio lavoro di studio e di approfondimento fatto a suo tempo dal Ministro Moratti e dai suoi tecnici.

agetoscana@age.it

www.agetoscana.it

328 8424375


Terza pagina
13.08.2010
Crepe a Bologna di Paolo Serra
27.02.2010
Pompei.Terzo appuntamneto per rischio Vesuvio
15.02.2010
Perché sostengo la Bonino (di Paola Gaiotti De Biase)
13.01.2010
100 ottime ragioni per non amare Roma e almeno due per adorarla
28.11.2009
In giallo contro il razzismo
13.10.2009
Roma, incontro sulla decrescita
3.10.2009
Assemblea dei Soci dell’Istituto De Gasperi dell'EmiliaRomagna
2.10.2009
Torino: premio Nobel Rita Levi Montalcini incontra gli studenti
30.09.2009
Genova: Suoni di c/arte
28.09.2009
Hospice oncologici e cure palliative: al Sud un fallimento

Sondaggi
E' giusto che Bersani si accordi con Berlusconi per le rifome ?

Si
No
Non so
Ultime dal Forum
La voce del padrone di Lucio Garofalo
Salotti culturali dell'Estate bolognese
Pippo Fallica querelo' Corriere della Sera e La Sicilia?
NO LEADER, NO PARTY di Luigi Boschi
UN PARTITO LENINISTA (LEGA) CHE SPOSA IL VATICANO di A.De Porti
POESIA DI VITA di Luigi Boschi
La vita spericolata del premier di Silvia Terribili
Romea Commerciale di Orlando Masiero
Sondaggio, 15mila i voti finora espressi
Buon che? di Danilo D'Antonio
L'Italia è una Repubblica "antimeritocratica" fondata sul lavoro precario
LA PROTESTA DEI SANGUINARI di Luigi Boschi
L'AQUILONE STRAPPATO di Antonio V. Gelormini
Il reality scolastico su "Rai Educational"
Vuoto indietro diventa proposta di legge,





| Redazione | Contatti | Bannerkit | Pubblicità | Disclaimer |
www.welfareitalia.it , quotidiano gratuito on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 393 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti