Welfare Italia :: Radio Londra :: Inflazione, l´Italia peggiore di Francia e Germania. Invia ad un amico Statistiche FAQ
5 Marzo 2021 Ven                 WelfareItalia: Punto laico di informazione e di impegno sociale
Cerca in W.I Foto Gallery Links Documenti Forum Iscritti Online
www.welfareeuropa.it www.welfarecremona.it www.welfarelombardia.it www.welfarenetwork.it

Welfare Italia
Home Page
Notizie
Brevi
Il punto
Lettere a Welfare
Cronaca
Politica
Dal Mondo
Dalle Regioni
Dall'Europa
Economia
Giovani
Lavoro
Cultura
Sociale
Ambiente
Welfare
Indian Time
Buone notizie
Radio Londra
Volontariato
Dai Partiti
Dal Parlamento Europeo
Area Iscritti
Username:
Password:
Ricordami!
Recupero password
Registrazione nuovo utente
Brevi

 Foto Gallery
Ultima immagine dal Foto Gallery di Welfare Italia

Ultimi Links
Emigrazione Notizie
Club Volo Libero Bergamo
Legambiente della Valsusa
Lega Ambiente Verbano
CIBERNETICA SOCIALE
Movimento Cunegonda Italia
Lega Ambiente







Inflazione, l´Italia peggiore di Francia e Germania.
11.05.2008

www.mondonuovonews.com 

ECONOMIA. Inflazione, l´Italia peggiore di Francia e Germania.

Vestiti, scarpe, mobili, sigarette, ma anche alimentari, luce e gas. Negli
ultimi cinque anni l'inflazione italiana è cresciuta più che negli altri
paesi europei e per alcuni prodotti e servizi di prima necessità i prezzi
sono saliti a ritmi ben più accelerati che in Francia e Germania. A fare i
conti è stata la Fipe Confcommercio, che in uno studio dedicato
all'andamento dei prezzi dopo il passaggio lira-euro, sottolinea ad
esempio come nel confronto con Berlino, l'inflazione italiana è stata
doppia per il cibo, e addirittura di dieci volte superiore per i mobili,
gli articoli e i servizi per la casa.

Il mito dell'Italia meta turistica a poco prezzo, più che abbordabile
anche per chi ci abita, sembra dunque definitivamente tramontato, visto
che tra il 2002 e il 2007 l'inflazione è cresciuta più che nei due nostri
principali partner europei in otto di dodici capitoli di spesa. Il nostro
paese è rimasto sostanzialmente in linea con gli altri solo in un
capitolo, quello dei trasporti, ed è stato più virtuoso in tre settori:
servizi sanitari e spese per la salute, comunicazioni e istruzione. Per il
resto, la rincorsa dei prezzi è stata tale che Roma sembra sempre più
allinearsi a Parigi e Berlino, dove fino a dieci anni fa la vita costava
invece ben più cara.

Guardando ai capitoli di spesa, le elaborazioni della Fipe dei dati
Eurostat mostrano come in cinque anni per gli alimentari l'inflazione sia
stata del 4,8% in Germania, del 6,2% in Francia e del 10,1% in Italia.
Dinamica simile per abbigliamento e calzature: il segno è stato negativo
in Germania (-3,4%9, in Francia i prezzi sono aumentati di appena l'1%,
mentre in Italia la variazione è stata del 7,4%. Le bevande alcoliche e i
tabacchi hanno registrato impennate un pò ovunque, ma è in Italia che
l'incremento è stato maggiore (+33,8% contro +30,3% in Germania e +27,3%
in Francia). Anche per abitazione, acqua, elettricità e combustibili, il
confronto va a nostro sfavore: +14,6% in Germania, +19,3% in Francia e
+20,2% in Italia. La corsa dei prezzi è stata più veloce nel Bel Paese
anche per mobili e articoli per la casa, per ricreazione, spettacoli e
cultura (l'andamento 2002-2007 è stato negativo sia in Francia che in
Germania, contro il +7,4% dell'Italia), per servizi ricettivi e
ristorazione e per gli altri beni e servizi.

L'Italia respira invece soprattutto nelle comunicazioni (-22,1% contro
il -4,2% della Germania e il -6,7% della Francia). Il tasso di inflazione
nei cinque anni è più basso anche nei servizi sanitari (+11,6% contro il
+14% della Francia e il +24,8% in Germania) e nell'istruzione (+14,1%
contro il +15,7% della Francia e il +35,2% della Germania). Siamo a metà
del guado invece per quanto riguarda i trasporti: +16,4% in Italia, +16,6%
in Francia, +14,9% in Germania.

--------

mondonuovonews@yahoo.it

Sito consigliato:
Comparazione prezzi: risparmia online
Clicca qui: http://www.kompro.net


Terza pagina
9.12.2010
ZEUS News 9 Dicembre 2010
28.10.2010
ZEUS News numero 1592
7.10.2010
ZEUS News 7 Ottobre 2010
29.09.2010
ZEUS News, numero 1571
25.09.2010
ZEUS News, 25 Settembre 2010
14.09.2010
ZEUS News,numero 1562
8.09.2010
ZEUS News,numero 1557
19.08.2010
ZEUS News numero 1546
15.08.2010
ZEUS News,numero 1544
9.08.2010
ZEUS News,9 Agosto 2010

Sondaggi
E' giusto che Bersani si accordi con Berlusconi per le rifome ?

Si
No
Non so
Ultime dal Forum
La voce del padrone di Lucio Garofalo
Salotti culturali dell'Estate bolognese
Pippo Fallica querelo' Corriere della Sera e La Sicilia?
NO LEADER, NO PARTY di Luigi Boschi
UN PARTITO LENINISTA (LEGA) CHE SPOSA IL VATICANO di A.De Porti
POESIA DI VITA di Luigi Boschi
La vita spericolata del premier di Silvia Terribili
Romea Commerciale di Orlando Masiero
Sondaggio, 15mila i voti finora espressi
Buon che? di Danilo D'Antonio
L'Italia è una Repubblica "antimeritocratica" fondata sul lavoro precario
LA PROTESTA DEI SANGUINARI di Luigi Boschi
L'AQUILONE STRAPPATO di Antonio V. Gelormini
Il reality scolastico su "Rai Educational"
Vuoto indietro diventa proposta di legge,





| Redazione | Contatti | Bannerkit | Pubblicità | Disclaimer |
www.welfareitalia.it , quotidiano gratuito on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 393 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti