Welfare Italia :: Forum Invia ad un amico Statistiche FAQ
21 Giugno 2019 Ven                 WelfareItalia: Punto laico di informazione e di impegno sociale
Cerca in W.I Foto Gallery Links Documenti Forum Iscritti Online
www.welfareeuropa.it www.welfarecremona.it www.welfarelombardia.it www.welfarenetwork.it

Welfare Italia
Home Page
Notizie
Brevi
Il punto
Lettere a Welfare
Cronaca
Politica
Dal Mondo
Dalle Regioni
Dall'Europa
Economia
Giovani
Lavoro
Cultura
Sociale
Ambiente
Welfare
Indian Time
Buone notizie
Radio Londra
Volontariato
Dai Partiti
Dal Parlamento Europeo
Area Iscritti
Username:
Password:
Ricordami!
Recupero password
Registrazione nuovo utente
Brevi

 Foto Gallery
Ultima immagine dal Foto Gallery di Welfare Italia

Ultimi Links
Anne Frank
Wayaka Indian friend's
Lisa 6-1-77
Flash Vela d'Altura: diporto sostenibile e vela responsabile
Radio Uno Toronto Canada
La gemma dell'architettura cremonese
PdCI Sardegna
Resistenza in Toscana
Emigrazione Notizie
AGNESE cantautrice per la Pace







Forum :: La vetrina di Penna d' Oca :: E' meglio essere precisi :: La vita spericolata del premier di Silvia Terribili
Autore La vita spericolata del premier di Silvia Terribili
Redazione1
26.12.2009 15:19
La vita spericolata del premier di Silvia Terribili
Oggi vorrei fare un discorso natalizio improntato al buonsenso, da persona matura che invita alla calma e al ragionamento.
L’incolumità del premier e la sua salute non è una sua faccenda privata, ma riguarda lo stato anche perché è lo stato (quindi noi cittadini) a pagare il premier per svolgere il suo lavoro.
Il nostro premier tiene una condotta estremamente imprudente nel momento in cui si avvicina senza protezioni alla folla di persone che non conosce, tra i quali potrebbero sempre nascondersi degli psicopatici, dei mitomani, dei mafiosi o dei terroristi.
Tutti i VIP lo sanno e per questo sono ben guardati e scortati dai body guards.
A quanto pare i 30 giganti che circondavano il premier non sono stati in grado di tutelarlo a sufficienza per il semplice motivo che il comandante della Securitas di Silvio Berlusconi non è un professionista della sicurezza, ma lo stesso premier, che si stabilisce quindi da solo le regole di sicurezza (stando a quanto viene riferito dalla stampa).
Questo è un errore gravissimo e inaccettabile nel momento in cui lo stato diventa responsabile della sicurezza del premier. Come si può essere responsabili per l’incolumità di un premier che viola apertamente e sistematicamente le più elementari norme di sicurezza ?
Questa tematica era stata già sollevata a proposito dei frequenti flussi incontrollati di ragazze nelle residenze del premier. Ragazze che non vengono perquisite, che il premier non conosce e di cui si fida a priori senza nessun controllo.
Come si fa a garantire la sua sicurezza se lui stesso fa entrare indisturbatamente persone munite di cellulari che fanno riprese audio e video a loro piacimento e che potrebbero avere tranquillamente delle armi con sé? Chi controlla ?
Terzo e ulteriore fattore di rischio. Dalle telefonate intercorse tra Giampaolo Tarantini e Patrizia D’Addario, di professione escort, risulta che il premier non utilizza il preservativo durante i rapporti sessuali. Tale notizia non è stata a tutt’oggi smentita dal premier. Ebbene, qualsiasi persona dotata di buon senso e di una minima esperienza di vita sa che il rischio di contagio da AIDS è altissimo tra chi ha frequenti rapporti sessuali promiscui senza protezione.
Credo che sia responsabilità di tutti insegnare ai giovani e agli adulti che hanno rapporti sessuali promiscui (quindi con partner diversi e occasionali) che il preservativo è l’unica forma di protezione dall’AIDS.
Concludendo, il buon senso suggerisce al premier di tenere uno stile di vita meno rischioso e spericolato e di farsi scortare da professionisti che escludano tutti gli inutili pericoli.
Naturalmente ribadiamo ancora una volta l’assoluta distanza e condanna da parte di Italia dei Valori di qualsiasi forma di violenza o anche semplice giustificazione di atti violenti. La violenza è sempre sbagliata. I valori cristiani e i valori umani condivisi da chi fa parte del nostro partito ci impediscono di accettare qualsiasi ideologia che giustifichi anche il minimo ricorso a atti di violenza, di repressione, di mancato rispetto delle opinioni del prossimo.
Per finire auguro Buon Natale e Felice Anno Nuovo alla redazione e ai lettori della vostra testata

www.silviaterribili.org
www.youtube.com/idvolanda
Terza pagina
9.12.2010
ZEUS News 9 Dicembre 2010
15.11.2010
Master di I livello in “Medicina naturale"
15.11.2010
Seconda edizione del concorso di fotografia
8.11.2010
A TAVOLA CON GLI ETRUSCHI
28.10.2010
ZEUS News numero 1592
21.10.2010
Terzigno, Alfano (IdV): “Escalation violenza è frutto ......
21.10.2010
RIFIUTI: DI LELLO, PSI: LA CARFAGNA SI RIVOLGA A CHI L'HA VISTO
19.10.2010
Giustizia, Alfano (IdV): "Lodo Alfano? Vince l'ipocrisia
19.10.2010
Vittorio Craxi: “L’Expo di Milano salvata in zona Cesarini”
18.10.2010
Sonia Alfano e Antonio Di Pietro il 28 ottobre a Giampilieri

Sondaggi
E' giusto che Bersani si accordi con Berlusconi per le rifome ?

Si
No
Non so
Ultime dal Forum
La voce del padrone di Lucio Garofalo
Salotti culturali dell'Estate bolognese
Pippo Fallica querelo' Corriere della Sera e La Sicilia?
NO LEADER, NO PARTY di Luigi Boschi
UN PARTITO LENINISTA (LEGA) CHE SPOSA IL VATICANO di A.De Porti
POESIA DI VITA di Luigi Boschi
La vita spericolata del premier di Silvia Terribili
Romea Commerciale di Orlando Masiero
Sondaggio, 15mila i voti finora espressi
Buon che? di Danilo D'Antonio
L'Italia è una Repubblica "antimeritocratica" fondata sul lavoro precario
LA PROTESTA DEI SANGUINARI di Luigi Boschi
L'AQUILONE STRAPPATO di Antonio V. Gelormini
Il reality scolastico su "Rai Educational"
Vuoto indietro diventa proposta di legge,





| Redazione | Contatti | Bannerkit | Pubblicità | Disclaimer |
www.welfareitalia.it , quotidiano gratuito on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 393 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti