Welfare Italia :: Buone notizie :: Intervista a Luttazzi da www.dilloadalice.it Invia ad un amico Statistiche FAQ
16 Dicembre 2018 Dom                 WelfareItalia: Punto laico di informazione e di impegno sociale
Cerca in W.I Foto Gallery Links Documenti Forum Iscritti Online
www.welfareeuropa.it www.welfarecremona.it www.welfarelombardia.it www.welfarenetwork.it

Welfare Italia
Home Page
Notizie
Brevi
Il punto
Lettere a Welfare
Cronaca
Politica
Dal Mondo
Dalle Regioni
Dall'Europa
Economia
Giovani
Lavoro
Cultura
Sociale
Ambiente
Welfare
Indian Time
Buone notizie
Radio Londra
Volontariato
Dai Partiti
Dal Parlamento Europeo
Area Iscritti
Username:
Password:
Ricordami!
Recupero password
Registrazione nuovo utente
Brevi

 Foto Gallery
Ultima immagine dal Foto Gallery di Welfare Italia

Ultimi Links







Intervista a Luttazzi da www.dilloadalice.it
8.12.2004

"L'Ulivo ha una concezione sacerdotale della politica"
Luttazzi questa volta se la prende con il centrosinistra: ”Il popolo della sinistra è già al traguardo, i suoi leader sono lì che si beccano a vicendano. Non a caso ce l’hanno con i movimenti. Devono smetterla di farsi imbrogliare da Vespa”.
Intervista a Luttazzi...da www.dilloadalice.it


Luttazzi, il bollito misto del suo ultimo spettacolo si riferisce a quale personaggio in particolare?

“Bollito misto con mostarda” si riferisce metaforicamente a un piatto invernale, che, tra l'altro, mi piace molto, si tratta infatti di uno spettacolo invernale. In realtà conduco un carrello di bolliti, non uno solo. Il bollito misto prevede vari bolliti, quello principale, ovviamente, è Berlusconi: siamo nella fase di decadenza dell'impero. Questo è il terzo monologo che descrive quello che sta accadendo in Italia da quando è arrivato Berlusconi nel 2001. Ce n'è per tutti: dei politici di destra esamino quello che hanno fatto, e dei politici di sinistra esamino quello che non hanno fatto. Parlo anche della confusione che c'è a sinistra, non da parte degli elettori, i quali sono già al traguardo e aspettano i leader.


Un leader in forma?


Sono tutti in formissima, il problema è che l'Ulivo è bollito.


Cosa pensa dell'alleanza?


E' assurda, perché all'interno ci sono forze, come quelle della Margherita, che dicono che adesso noi chiamiamo dentro anche Manca, chiamiamo dentro La Ganga, chiamiamo dentro la Parenti. Il problema è che così facendo ci stiamo preparando a perdere anche le elezioni del 2006... siamo sulla “buona” strada.


Il golpe a rallentatore del quale ha parlato nel suo ultimo spettacolo continua?


Sì. Il golpe a rallentatore continua perché si perde il quadro d'insieme. I politici di sinistra devono imparare anche ad utilizzare il giusto tono, perché la situazione adesso è veramente molto, ma molto grave. Non puoi però andare in televisione a dire “Siamo in una situazione di emergenza democratica” con un tono tranquillo. E poi dire: “mi passeresti il te?”, “Vuoi anche dei biscottini?”, “Sì”, “Ecco”. Devi comunicare allarme, perché è una situazione veramente allarmante. Però si continua ad andare da Bruno Vespa, facendosi gabolare da tabelle taroccate, insorgendo, ma senza cambiare nulla, e continuando ad andarci. Vuole dire che si è presi dal gioco ma senza condurre la partita. E' micidiale. Sono due o tre anni che dico che non bisogna più andare da Vespa.


Cosa succede allora ai politici del centrosinistra?


E' possibile che, sentendosi una casta, abbiano perso il contatto con la realtà. I politici del centrosinistra hanno una concezione sacerdotale della politica secondo la quale loro sono i sacerdoti. Non a caso ce l'hanno con i movimenti. Ma non bisogna dimenticare, Fassino lo ammette solo adesso, che tre anni fa l'Ulivo era morto e i DS erano un partito finito. Lo ammette adesso, ma tre anni fa era evidente, non a caso si sono perse le elezioni. All'epoca d'Alema disse: “La colpa è dei demonizzatori di Berlusconi” come ad esempio Luttazzi.


D'Alema ha detto lo stesso sull'ultimo film di Michael Moore...

Esatto, ne parlo nel mio spettacolo. In realtà l'alternativa è stare zitti? Questa gente semplicemente non vuole che la gente si impicci della politica. Questo può andar bene per la destra, perché per la destra la politica è controllo, ma non per la sinistra, perché per la sinistra la politica è partecipazione. In realtà i partiti politici di sinistra dovrebbero avere l'umiltà di aprirsi a queste forze nuove.


Quindi la parola d'ordine è “aprirsi ai movimenti”?

Sì, non è possibile oggi essere così orgogliosi da non ammettere che sono stati i movimenti, i movimenti medio-borghesi, della borghesia italiana, a dare una scossa ai leader politici. Sono scesi in piazza perché la sinistra era inesistente. Come dicevo prima, la gente di sinistra è già al traguardo, stiamo aspettando i leader, che sono lì a beccarsi fra di loro.



Andrea Bassi








Welfare Italia
Hits: 1115
Buone notizie >>
I commenti degli utenti (Solo gli iscritti possono inserire commenti)
Terza pagina

Sondaggi
E' giusto che Bersani si accordi con Berlusconi per le rifome ?

Si
No
Non so
Ultime dal Forum
La voce del padrone di Lucio Garofalo
Salotti culturali dell'Estate bolognese
Pippo Fallica querelo' Corriere della Sera e La Sicilia?
NO LEADER, NO PARTY di Luigi Boschi
UN PARTITO LENINISTA (LEGA) CHE SPOSA IL VATICANO di A.De Porti
POESIA DI VITA di Luigi Boschi
La vita spericolata del premier di Silvia Terribili
Romea Commerciale di Orlando Masiero
Sondaggio, 15mila i voti finora espressi
Buon che? di Danilo D'Antonio
L'Italia è una Repubblica "antimeritocratica" fondata sul lavoro precario
LA PROTESTA DEI SANGUINARI di Luigi Boschi
L'AQUILONE STRAPPATO di Antonio V. Gelormini
Il reality scolastico su "Rai Educational"
Vuoto indietro diventa proposta di legge,





| Redazione | Contatti | Bannerkit | Pubblicità | Disclaimer |
www.welfareitalia.it , quotidiano gratuito on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 393 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti