Welfare Italia :: Cultura :: Valverde. Tributo a Beniamino Gigli Invia ad un amico Statistiche FAQ
14 Novembre 2019 Gio                 WelfareItalia: Punto laico di informazione e di impegno sociale
Cerca in W.I Foto Gallery Links Documenti Forum Iscritti Online
www.welfareeuropa.it www.welfarecremona.it www.welfarelombardia.it www.welfarenetwork.it

Welfare Italia
Home Page
Notizie
Brevi
Il punto
Lettere a Welfare
Cronaca
Politica
Dal Mondo
Dalle Regioni
Dall'Europa
Economia
Giovani
Lavoro
Cultura
Sociale
Ambiente
Welfare
Indian Time
Buone notizie
Radio Londra
Volontariato
Dai Partiti
Dal Parlamento Europeo
Area Iscritti
Username:
Password:
Ricordami!
Recupero password
Registrazione nuovo utente
Brevi

 Foto Gallery
Ultima immagine dal Foto Gallery di Welfare Italia

Ultimi Links







Valverde. Tributo a Beniamino Gigli
29.07.2007

FESTIVAL ULTRAPADUM, 15 anni di musica en plein air Edizione 2007. VALVERDE OPERA FESTIVAL: 3 Agosto - TRIBUTO A BENIAMINO GIGLI.Venerdì 3 Agosto, ore 21.15 – VALVERDE - Piazza della Resistenza

TRIBUTO A BENIAMINO GIGLI-Presenta Mario Mainino-Con la partecipazione di Beniamino Gigli Jr.Concerto di tre tenori

Giunto all’ottava edizione, il Valverde Opera Festival rende omaggio al grande tenore a 50 anni dalla scomparsa. Quella di Beniamino Gigli è stata una delle più belle voci del secolo e ancora oggi è un mito della lirica nel mondo. La vita del grande tenore recanatese sarà ripercorsa attraverso la testimonianza diretta del nipote, Beniamino Gigli Jr., la visione di filmati e l’ascolto delle sue interpretazioni storiche, quindi i tenori Kang Dong Myung, Dario Prola e Claudio Barbieri proporranno, con l’esecuzione dal vivo, le arie del suo repertorio.

La serata è presentata da Mario Mainino, presentatore, commentatore musicale, conduttore di trasmissioni radiofoniche, collaboratore giornalistico e promotore culturale. Ha frequentato corsi di storia della musica tenuti tra gli altri da Giampiero Tintori e Daniele Rubboli, ha seguito corsi di preparazione "all'allestimento di opere liriche" dell'As.Li.Co con diversi insegnanti tra i quali i registi Francesco Micheli, Francesco Frongia ed Eleonora Moro, ha seguito le Master class di interpretazione liederistica con i maestri Erik Battaglia e Gustav Kuhn ed il corso di lettura ed analisi della interpretazione liederistica della prof. Ornella Bosatra.

E' stato membro della Donizetti Society di Londra, per la quale ha collaborato alla realizzazione del Journal 1999 pubblicato dalla Fondazione Donizetti di Bergamo.

 

Nato nel 1890 a Recanati, figlio di un sacrestano, Beniamino Gigli comincia a cantare nel coro della chiesa da ragazzo. Ben presto si accorge di avere una voce bellissima e riceve la prima educazione musicale dal maestro Lazzerini; nel 1911 ottiene una borsa di studio che gli consente di seguire i corsi tenuti da Tito Rosati al Liceo musicale di Santa Cecilia e si trasferisce a Roma. La sua prima fidanzata lo lascia perché, secondo il papà, sarebbe finito a cantare per le strade e tanto valeva "sposare un mendicante". Dopo un anno

si classifica primo ad un concorso canoro a Parma indetto da Cleofonte Campanini, e lo stesso anno (il 15 ottobre) debutta a Rovigo nell'opera La Gioconda, di Amilcare Ponchielli. Rapidamente la sua reputazione cresce, e presto si ritrova ad interpretare opere in tutta Italia. Paragonato al grande Caruso, alla Scala debutta col maestro Arturo Toscanini nel Mefistofele, opera che mette bene in evidenza le sue non comuni qualità vocali e musicali. Oltre ad essere una vera personalità in Italia è apprezzato e riconosciuto anche all'estero: nel 1919 si esibisce a Buenos Aires e nel 1920 al Metropolitan di New York. Il suo cavallo di battaglia, l' Andrea Chenier, è in cartellone al Met di New York per ben undici stagioni consecutive. Tutti lo adorano: il grande tenore possiede una voce forte e imponente, dal timbro caldo e appassionante. Si stabilisce quindi negli Stati Uniti, ma nel 1932 torna a Roma per cantare all'Opera alla quale dedicherà gran parte della propria attività italiana. Sospesa nel periodo della guerra, l’attività artistica prosegue fino 1955, anno in cui tiene l'ultima tournèe di concerti a Londra, New York e alla Rai assieme a Maria Callas. Nella sua carriera Gigli ha interpretato molti film, che hanno lanciato melodie immortali che hanno fatto cantare tutta l'Italia, da Ti voglio tanto bene a Non ti scordar di me, da La canzone dell'amore a Se vuoi goder la vita, fino all'immortale Mamma. Da l'addio alle scene per motivi di salute con un recital a Washington il 25 maggio 1955. Il 30 novembre 1957, stremato da una tremenda malattia, muore nella sua casa romana. Quella di Beniamino Gigli è stata una delle più belle voci del secolo e ancora oggi è un mito della lirica nel mondo.

 

Kang Dong Myung, tenore Coreano, è uno dei vincitori dell’edizione 2007 del prestigioso concorso internazionale "Porana Lirica".

Nel marzo 2006 ha debuttato all’Auditorium Lattuada con il pianista Loris Peverada; nell’aprile del 2006 ha partecipato al II Concorso Internazionale di Canto presso il Centro Sperimentale Lirico 'Martini' di Mantova, dove ha ricevuto l’attestato di finalista e a novembre ha partecipato al Gian Battista Viotti International Music Competition, concorso di canto al Teatro Civico di Vercelli. Nell’aprile del 2007 ha vinto una borsa di studio quale finalista al III Concorso Internazionale di Canto presso il Centro Sperimentale Lirico 'Martini' di Mantova.

 

Dario Prola, tenore nato nel 1980 ad Aosta, si avvicina al mondo del canto sin da giovane, per poi entrare appena quindicenne nello storico Coro Verrès. Naturalmente eclettico, affianca da subito lo studio del flicorno baritono, cosa che gli permette di far parte dell’organico della Società Filarmonica verrezziese dal 1995.

Al seguito di diverse esperienze gratificanti, intraprende lo studio del canto presso l’Accademia della Voce di Torino. Dai primi mesi del 2006 è seguito, nello studio della tecnica vocale, dal M° Vittorio Marciano e dal Maggio 2007 si perfeziona con il M° Sherman Lowe.

Dal maggio 2006 collabora con il coro Ruggero Maghini nell’ambito dei concerti RAI di Torino.

Nella sua ricerca dei molteplici aspetti del lavoro nell’ambito dell’opera lirica, affianca nel 2004 alle già numerose attività anche una collaborazione con il Teatro Regio di Torino, tra le quali si può citare, l’assistenza alla regia per la messa in scena nell’Aprile 2005 della rara opera L’amore dei tre re di Italo Montemezzi, e da Ottobre in qualità di aiuto direttore di scena per la messa in scena di Aida, Manon Lescaut e Bohème.

Sempre dello stesso periodo sono i primi contatti con il M° Claudio Desderi, del quale di lì a breve avrebbe seguito i corsi di perfezionamento tenuti presso il Teatro Borgatti di Cento e la Scuola di Musica di Fiesole, per elencarne solo alcuni.

Artista in continua evoluzione, ha affrontato nel Giugno del 2005 il ruolo di Bastiano nell’omonimo capolavoro mozartiano all’interno delle attività musicali programmate dal Conservatorio di Alessandria.

Nel Dicembre 2005 ha debuttato il ruolo di Bardolfo sotto la direzione del M° Desderi e nel Marzo 2006 nel ruolo di Rinuccio nell’opera Gianni Schicchi di Giacomo Puccini sotto la direzione del M° Enrico Reggioli. Nell’estate 2006 ha debuttato i ruoli di: Goro nella Madama Butterfly di Puccini, Cassio nell’Otello di Verdi e come tenore solista nei Carmina Burana di Carl Orff. Nel novembre 2006 ha debuttato nell’opera Der Schauspieldirektor di W. A. Mozart sotto la direzione del M° Bellugi. Nel Gennaio 2007 ha debuttato come tenore solista nella cantata natalizia HODIE di R. V. Williams e in febbraio ha debuttato i ruoli di Arturo e Normanno nella Lucia di Lammermoor di Donizetti; a marzo è stato a Malta per il Falstaff di Verdi Presso il Teatru Manoel, a maggio ha debuttato il ruolo di Ernesto nel Don Pasquale di G. Donizzetti al Teatro Alfieri di Asti e nel giugno dello stesso anno ha debuttato nella Messa in SI minore di J. S. Bach sotto la direzione del M° Adriano Gaglianello.

Collabora regolarmente con la formazione Laboratorio vocale di Aosta diretta dal M° Teresio Colombotto

Claudio Barbieri inizia gli studi musicali giovanissimo e si diploma brillantemente sia in oboe sia in canto lirico presso il Conservatorio di Novara. Interpreta i ruoli principali delle più famose Operette (La Vedova Allegra, Il Pipistrello, La Principessa della Czarda, Cavallino Bianco, ecc.) nei Teatri lirici di tradizione più importanti d’Italia (Regio di Parma, Donizetti di Bergamo, Ponchielli di Cremona, Grande di Brescia, ecc.). Questa esperienza giovanile lo aiuta ad acquisire una notevole disinvoltura sul palcoscenico che gli consentirà, grazie alle già confermate doti vocali, di intraprendere la carriera di cantante lirico ottenendo sempre buon consenso di critica e di pubblico.

Come solista interpreta Petite Messe Solennelle e Stabat Mater di G. Rossini, l’Oratorio Christus di F. Listz, l’Oratorio di Natale di C. Saint Saens, Requiem di W. A. Mozart KV 626 e Messa da Requiem di G. Verdi. Nel 2000 debutta nella stagione lirica al Teatro Regio di Parma nella Camilla di F. Paer. Vince nel 2001 il Concorso "Primo Palcoscenico" ed interpreta il ruolo di Alfredo nella Traviata di G. Verdi al Teatro Bonci di Cesena e allo StadtTheater di Basilea (Svizzera).

Nell’ottobre 2003 è nuovamente Alfredo nei principali teatri del circuito toscano di Pisa, Lucca e Livorno con la regia di Lindsay Kemp e sotto la direzione del Maestro Jonathan Webb.

Nel 2004 è impegnato al Teatro dell’Opera di Roma in tre produzioni, rispettivamente Cordovano di G. Petrassi diretto dal Maestro Marcello Panni e la regia di Stefano Vizioli; Elektra di R. Strass con la direzione di Will Humburg e la regia di Henning Brockhaus e Fidelio di L. V. Beethoven con la direzione di Will Humburg e la regia di Giovanni Agostinucci.

Viene invitato dall’Orchestra Haydn di Bolzano per il Requiem di W. A. Mozart che interpreta a Trento, Bolzano, Roma con la direzione del Maestro Ola Rudner.

Debutta contemporaneamente la IX Sinfonia di L. V. Beethoven con la direzione del Maestro Gunter Neuhold al Festival delle terre verdiane per la Fondazione Toscanini di Parma e anche nel concerto inaugurale della stagione concertistica di Prato con la direzione del Maestro Alessandro Pinzauti.

A luglio del 2004 canta nell’Oedipus Rex di I. Stravinskij al Festival di Erl in Austria per il Tiroler Festspiele con la direzione del Maestro Gustav Kuhn.

Successivamente a Roma nella Messa da Requiem di G. Verdi con L’Orchestra "Roma Sinfonietta" e il Maestro Marcello Panni. Al Teatro La Pergola di Firenze insieme al Contempoartensemble canta ne El retablo de Maese Pedro di M. de Falla.

Per la Fondazione A. Toscanini di Parma è ancora Alfredo in Traviata al teatro Bellini di Napoli, Piccinni di Bari, Municipale di Piacenza, Sociale di Mantova; questa volta con la direzione musicale del Maestro Massimiliano Stefanelli e Julian Kovatchev e con la regia di Franco Zeffirelli. Tiene regolarmente concerti in Italia ed all’estero.

Programma:

KANG DONG MYUNG - Ah! mes amis… Pour mon ame, Salut! Demeure chaste et pure, La donna è mobile

DARIO PROLA - Cavaliere della rosa, Furtiva lacrima, Arlersiana

CLAUDIO BARBIERI - Recondita armonia, Dei miei bollenti spiriti e un brano a sorpresa!

Ingresso 5 euro (gratuito per chi è in possesso del biglietto per la Tosca).

In caso di maltempo il concerto si terrà presso la Chiesa Parrocchiale.

Degustazione di vini a cura dell’Azienda Agricola Marco Milanesi.

Per informazioni nei giorni dei concerti:

0383.46918 - 335 6680112 - 349 1880328

Ufficio Stampa, Relazioni con il Pubblico

Ufficio Commerciale ed Elaborazione Grafica

Agenzia CreativaMente

via Pirandello, 20 - 27045 Casteggio - PV

Tel. 0383.804175 - Fax 0383.803007

www.agenziacreativamente.it

info@agenziacreativamente.it

Welfare Italia
Hits: 6371
Cultura >>
I commenti degli utenti (Solo gli iscritti possono inserire commenti)
Terza pagina

Sondaggi
E' giusto che Bersani si accordi con Berlusconi per le rifome ?

Si
No
Non so
Ultime dal Forum
La voce del padrone di Lucio Garofalo
Salotti culturali dell'Estate bolognese
Pippo Fallica querelo' Corriere della Sera e La Sicilia?
NO LEADER, NO PARTY di Luigi Boschi
UN PARTITO LENINISTA (LEGA) CHE SPOSA IL VATICANO di A.De Porti
POESIA DI VITA di Luigi Boschi
La vita spericolata del premier di Silvia Terribili
Romea Commerciale di Orlando Masiero
Sondaggio, 15mila i voti finora espressi
Buon che? di Danilo D'Antonio
L'Italia è una Repubblica "antimeritocratica" fondata sul lavoro precario
LA PROTESTA DEI SANGUINARI di Luigi Boschi
L'AQUILONE STRAPPATO di Antonio V. Gelormini
Il reality scolastico su "Rai Educational"
Vuoto indietro diventa proposta di legge,





| Redazione | Contatti | Bannerkit | Pubblicità | Disclaimer |
www.welfareitalia.it , quotidiano gratuito on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 393 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti